Previsioni Meteo

Cosa sono e cosa servono gli sportelli

 

La nostra Associazione, in collaborazione con il Tribunale di Pordenone e l’Ambito Distrettuale del sanvitese si è fatta promotrice della istituzione di uno sportello con lo scopo di rafforzare il processo integrato di interventi istituzionali e professionali a promozione dei diritti dellepersone e a sostegno delle famiglie. Promuove valori di solidarietà umana e sociale nei confronti dei soggetti deboli, tutela i diritti delle suddette persone, promuove processi di partecipazione e di inclusione sociale dei soggetti fragili e della necessaria assistenza prevista dalla legge istitutiva dell’amministratore di sostegno.

Tra le molteplici attività degli sportelli vi sono:

– l’ideazione e realizzazione di campagne di sensibilizzazione e di promozione della figura dell’amministratore di sostegno;

– l’informazione, promozione e consulenza rivolta agli amministratori di sostegno

– l’organizzazione di convegni, seminari, indagini, ricerche e monitoraggio sulla corretta applicazione della legge n.6/2004 e di quella regionale la 19/2000 e relativo regolamento di attuazione.

– istituzione di gruppi di studio per l’organizzazione dell’amministrazione di sostegno,

– formazione e aggiornamento permanente dei soggetti disposti a svolgere la funzione di amministratore di sostegno.

Sono stati effettuati nel corso del 2011 alcuni incontri con tutti gli amministratori iscritti, alla presenza del Giudice tutelare del Tribunale di Pordenone in cui vengono evidenziati i vari problemi che ogni amministratore affronta nella gestione del proprio assistito. L’Associazione infine, attraverso gli sportelli ed anche attraverso i propri associati effettua una attività di sensibilizzazione e di promozione della figura dell’amministratore di sostegno.

Tale confronto è utile per gli amministratori meno esperti e costituisce una eccellente formazione.

In tale contesto viene così fortemente sviluppato lo spirito di solidarietà e unione fra amministratori.

Sono state inoltre organizzate, anche in collaborazione con altre realtà associative, conferenze e riunioni in alcuni Comuni limitrofi (Sesto al Reghena, Valvasone, Fiume Veneto, Cordenons) dove sono state portate testimonianze e confrontate e discusse alcune problematiche che, con l’aiuto di tecnici e professionisti esperti sono stati portate a positiva soluzione.

Nei giorni 2 e 3 dicembre 2011, l’Associazione ha organizzato, in collaborazione con l’Ambito 6.2 del Comune di San Vito al Tagliamento ed il Tribunale di Pordenone e con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, un importante Convegno a carattere nazionale  che ha avuto i seguenti obiettivi:

– Promuovere la figura dell’amministratore di sostegno come nuova modalità di fare volontariato a tutela dei soggetti deboli

– Rafforzare il ruolo delle associazioni e degli sportelli già operanti sul territorio;

– Contribuire alla costruzione di una rete regionale di soggetti coinvolti nell’attuazione della LR 19/2010;

– Fornire un’occasione di confronto nazionale per la disseminazione delle buone pratiche operative e normative sperimentate in Friuli Venezia Giulia.

Accanto alle varie testimonianze di amministratori di sostegno e di associazioni che operano nel settore, sono state formate diverse interessanti tavole rotonde e sono state messe a confronto le realtà presenti in altre Regioni italiane sia sotto l’aspetto legislativo che della attività che viene in esse svolta.